L’arrivo del bel tempo porta con sé l’organizzazione del terrazzo, croce e delizia delle giornate estive. È importantissimo impostare questo spazio al meglio in modo che risulti pieno e multifunzionale e non rischi di rimanere poco sfruttato. Per evitare questo rischio e prepararsi per tempo, e per sfruttare lo spazio per il più lungo tempo possibile, il proprietario di un attico a Milano munito di lastrico solare ha deciso di aprire un concorso di interior design sulla piattaforma di progettazione architettonica GoPillar.com.

Il progetto vincitore è quello di Claudia Fratello, che ha trovato un compromesso tra elementi provenzali e note feng shui per dare al terrazzo il giusto equilibrio senza rinunciare al comfort. Il tutto è disposto in quattro aree tematiche; la prima è l’area relax esterna, intimamente connessa all’adiacente giardino d’inverno coperto, in modo che sia possibile sfruttarla anche nei mesi primaverili e autunnali. Troviamo poi l’area living delimitata da due fioriere che fungono da separé creando un angolo in cui collocare il barbecue e la zona pranzo schermandosi dall’unità esterna del condizionatore; infine, l’area più stretta del terrazzo, che rischiava di diventare una zona morta del progetto, viene fantasiosamente adibita ad orto verticale, con pannelli di perlite sui quali inserire vasi contenenti piante aromatiche e fiori a piacere.

Barbecue ecologico e smart: cottura perfetta con le app
L’architetto Francesca Guidetti mette al centro del suo progetto la funzionalità e l’intimità. La costruzione vetrata che ospita la scala d’accesso al terrazzo diventa un giardino d’inverno con libreria e area lettura in cui ritagliarsi un piacevole angolo di relax. La zona pranzo, collocata subito fuori, è protetta da una pergola in legno corredata da tendaggi che fungono da schermo anche contro il sole e permettono di avere il giusto comfort anche nelle ore più calde. Nei restanti affacci, a sud e a est, la privacy è per lo più garantita dalla creazione di una quinta di edere rampicanti e gelsomini, che schermano da occhi indiscreti e profumano l’ambiente.

Una soluzione diversa è stata proposta da Giovanna Guerrera: qui la collocazione delle zone funzionali segue il percorso del sole. La zona pranzo viene collocata a nord, e basta a schermarla la parete posteriore del giardino d’inverno: in questo modo si crea un ambiente riparato e riservato ideale per evitare la diffusione di suoni e odori durante l’uso del barbecue. La zona living è il cuore del progetto: qui è collocata un’ampia seduta con tavolino centrale atta ad ospitare parecchie persone e a diventare una vera e propria “zona conversazione”. Particolare attenzione è data all’illuminazione, composita e ricca di diversi elementi che valorizzano le diverse zone del terrazzo.
Tratto da Il Sole 24ore –di Emanuela Furone 08 giugno 2018

Tre stili per il vostro terrazzo:
Come decorare gli spazi outdoor per inviti estivi di sicuro successo o solo per godersi una pausa di relax? Tre sono gli stili più attuali per gli accessori da terrazzo e da balcone: jungle fever, marina beach e natural chic. I tessuti sono l’elemento che porta un tocco sorprendente agli spazi esterni, molto spesso con una spesa contenuta. Possono essere usati in molti modi, ad esempio per rivestire un paravento o per rivestire sedute e cuscini. Parola d’ordine è coordinare colori e pattern osando con mix&match estivi, generalmente più arditi rispetto ai formali contesti invernali.

1 – Lo stile jungle fever o tropical risponde alla voglia di evasione e contorna il balcone di verdeggianti palme e bambù riproducendoli su stoffe leggere. Si tende a un caos creativo su base classica e, da questo punto di vista, la Etro Home Collection è esemplare per buon gusto e fantasia.

2 – Più misurato lo stile marina beach con l’intramontabile abbinamento di bianco e blu. Una fresca palette da accostare al legno e, in particolare, al mogano dai caldi riflessi rosati. L’immaginario di riferimento è la plancia di una nave con le doghe disposte a correre.

3 – La terrazza natural chic predilige gli intrecci e i colori riposanti dell’écru e del bianco, ai quali è consigliabile abbinare qua e là note d’accento che diano carattere all’insieme. Ai toni sabbia usati come base, si abbinano le sfumature verde oliva, verde salvia e, vero must del 2017, il giallo senape.

Annunci